Gruppo Mutuo Aiuto per lutto per suicidio

 

Le persone in lutto per una morte improvvisa dovuta ad un suicidio  soffrono terribilmente. Si sentono spesso isolate, sconcertate, traumatizzate e hanno bisogno di sostegno per far fronte a questo difficilissimo momento.

A volte, e forse spesso, scopriamo che non possiamo percorrere questa strada da soli e abbiamo bisogno dell’aiuto di qualcun altro. Per alcuni di noi questo può essere difficile da ammettere. I gruppi di mutuo aiuto sono uno strumento di supporto efficace utilizzato da decenni in molti paesi del mondo.

 

De Leo Fund Adolescenti

 

 

Nella nostra associazione e` attivo un gruppo AMA  dedicato specificatamente a  chi ha perso un proprio caro a causa di suicidio.

I nostri gruppi sono ristretti, accolgono al massimo 8 – 10 partecipanti. Gli incontri avvengono a cadenza fissa, una volta ogni due settimane e durano un’ora e mezza ciascuno.

Nel gruppo vi è la presenza di uno psicologo che svolge la funzione di facilitatore. Ha cioè l’obiettivo di aiutare l’instaurarsi di un clima sereno e di fiducia, nel quale l’esperienza di scambio profondo può servire a far riscoprire ai partecipanti strumenti e strategie diverse per far fronte  al proprio dolore,  divenendo così un aiuto importante non solo per sé stessi,  ma per l’intero gruppo.

La partecipazione al nostro gruppo è completamente GRATUITA, come tutti i servizi che offriamo. E’ necessario, tuttavia, chiamare il nostro Numero Verde (800 – 168 678), per fissare un appuntamento in sede. Vi accoglierà uno dei nostri psicologi, sarà necessario fissare degli incontri con lui per valutare insieme se questa esperienza può essere utile per voi.

 

L’elaborazione del lutto traumatico ha delle caratteristiche particolari, ancora di più un lutto per suicidio, perciò necessita di  una specifica attenzione. Una recente ricerca ha mostrato l’utilità di questo tipo di gruppi, vi riportiamo qui sotto alcune testimonianze:

 

“E’ tanto il dolore che senti dentro, che ti dà la forza di buttarti, di esporsi anche di fronte ad altre persone.
Perché è un dolore così forte che ti cambia, ti cambia, ti cambia”.
 
“Sa, anche avere una cadenza, è un momento per sé.
Sapere che magari quel giorno c’è il gruppo, se anche al lavoro ho una riunione
io lo dico che ho un impegno e mi prendo proprio un momento per me.”
 
“Scambio e confronto. Dialogo senza giudizio.
E lo si dice [agli altri]: è la tua scelta, il tuo modo di reagire.”
Italiano